Ozieri, 18-12-2017
in evidenza AVVISO Si comunica che sono in pagamento i contributi relativi ai beneficiari del Bando di Inclusione Sociale anno 2017 REIS secondo le modalità indicate nel modulo di domanda: accredito c/c, ricarica postpay, contanti presso tesoreria Banco di Sardegna---

Arte del Saper Fare 2009

PDF  Stampa  Email  Scritto da Administrator    Giovedì 03 Maggio 2012 10:15

arte del saper fare piccola.jpg                      L'Arte del Saper Fare 
                                        edizione 2009
                                        Ozieri, 19/20 Settembre 2009

In data 19-20 Settembre 2009 nella splendida cornice del Centro Culturale San Francesco,  si è realizzata la 2° edizione dell’Arte del Saper Fare” con l’intento di dare spazio e visibilità alla creatività femminile.  Tale manifestazione promossa dall’Assessorato alle Pari Opportunità è nata  dal desiderio di recuperare e tramandare alcune arti,tipicamente femminili (come il cucito, il ricamo, il rammendo, il filato) che l’era del consumismo ha fatto dimenticare nel segno della modernità ed alla quale, volutamente o inesorabilmente, abbiamo sacrificato le nostre tradizioni.
Oggi si parla tanto di preziosità dell’ambiente, di recupero, di riciclaggio, ma le nostre nonne erano già padrone indiscusse di tali abilità: pazienti e tenaci mani, riportavano in vita indumenti che sembravano irrimediabilmente perduti e nuovi capi nascevano da tutto ciò che era già stato rammendato o rivoltato e che sembrava avesse finito il suo ciclo vitale, attraverso la creatività e l’estro, per mezzo d’un telaio, una forbice, un ago e del filo. La creatività è donna per eccellenza, e i tempi  hanno portato le donne ad allargare gli orizzonti e a spaziare in campi che non sono prettamente femminili come il bricolage, la scultura, l’incisione, il restauro, la lavorazione della ceramica, l’oggettistica…, anche se i campi in cui riescono meglio sono decisamente il decoro,  la pittura, la tessitura, il taglio e il cucito, l’intreccio, il lavoro a maglia o all’ uncinetto.
Obiettivo principale della manifestazione è quello di valorizzare il lavoro femminile e di avvicinare le nuove generazioni ad un mondo che non conoscono, favorendo l’apprendimento attraverso laboratori in cui il personale specializzato darà dimostrazione pratica dell’arte che rappresenta e presenta. La manifestazione potrebbe rappresentare l’ occasione per nuove opportunità lavorative.
Come nella precedente edizione l’inaugurazione ha visto come ospite d’onore una donna che si è particolarmente distinta in un arte manuale,la tessitrice di Orgosolo Sig.ra Maria Corda,vincitrice della 23^ edizione del premio Donna Sarda 2009,ultimo ramo di una generazione di straordinarie filatrici ( da 200 anni le donne della sua famiglia si tramandano l’antica arte della seta) che ha spiegato ai presenti come  alleva in casa il bacco da seta autoctono di Orgosolo,come si estrae il filo di tessuto e che tipo di tintura viene effettuata per colorarlo. La seta auto-prodotta viene utilizzata per confezionare il copricapo femminile chiamato “su lionzu” facente parte dell’abbigliamento tradizionale orgolese.

La manifestazione che ha visto la partecipazione di N°  73 espositrici con la riserva di alcune “Quote Celesti”,ha registrato un notevole numero di visitatori. 
 

I partecipanti dell'edizione 2009:

Albertini Monica - Allegri Fabien - Fadda Chiara - Atza Maria Rosaria - Avagnina Alessandra - Bachis Maria Rita - Baragliu Pierluigi - Becciu Loredana - Bertulu Piera - Bonu Bernardina - Cadeddu Magi - Campus Graziella - Campus Teresa - Carraro Vittorina - Carta Saba Auretta - Casu Maria Grazia - Casu Roberto - Corda Maria - Corrias Eleonora - Cossu Felicina - Cossu Maddalena - Crilissi Rosalba - Dedola Marianna - Demontis Maria Rosa - Falchi Donatella - Fancellu Ignazio - Fantasia Barbara - Fiori Angela - Guidetti Mario - Iacomino Elisa - Langiu Silvia - Liori Lorenzo - Loi Domenica - Mannu Silvia - Marceddu Miriam - Mattu Rosella - Melas Maristella - Meloni Lucilia - Mereu Maria Bonaria - Mundula Maria Antonia - Mundula Gina - Murtinu Franco - Muzzetto Anna Teresa - Niedda Antonio - Nurra Massimo - Paiato Irene - Patteri Anna - Pianta Patrizia - Pischedda Matteo - Pitzianti Maria Gabriela -Podda Alessia - Rondello Paola - Rojo Mireya Esther - Rutigliano Ruggero - Saba Antonio - Saba Rita - Saddi Raffaela - Sanna Antonio Giuseppe - Sanna Valeria - Sanna Salvina - Sechi Luisa - Sechi Torralba Silvia - Sechi Salvatorica - Soggiu Francesca - Solinas Gavinuccia - Sotgiu Gavina - Spiga Maria Grazia - Squintu Daniela – Tolu Maria- Trudu Nina - Vartanian Aida - Zappu Giuseppina - Ziranu Lavinia

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 11 Maggio 2012 08:47 )